Segnali di dati a catena che aumentano l’attività dei Bitcoin – Ma c’è un tranello

I recenti dati a catena mostrano un picco nei trasferimenti Bitcoin, suggerendo che potrebbe esserci un aumento degli ordini BTC over-the-counter.

Secondo l’amministratore delegato di CryptoQuant, Ki Young-Ju, gli affari over-the-counter (OTC) Bitcoin (BTC) potrebbero avvenire in modo simile allo schema visto nel febbraio 2019. Secondo l’analista della catena, questo è storicamente un segno rialzista, ma Ki Young-Ju è cauta sul fatto che il modello non è „assoluto“ e non dovrebbe essere affidabile in modo isolato.

Ki ha anche notato che il numero di trasferimenti Bitcoin ha raggiunto un nuovo massimo annuale e che queste transazioni non provengono da scambi. Sulla base di due metriche a catena, ha spiegato che potrebbe essere una rinascita del volume OTC. Ha detto:

„Il numero di trasferimenti BTC ha raggiunto il massimo dell’anno, e questi TX non provengono dagli scambi. Il Fund Flow Ratio di tutti gli scambi raggiunge l’anno-basso. Sta succedendo qualcosa. Forse si tratta di operazioni OTC. Questo è successo anche nel febbraio 2019, quando il volume degli OTC è salito alle stelle. Penso che questo sia un forte segnale rialzista“.

I singoli acquirenti e i minatori, che hanno un alto valore netto, spesso comprano o vendono Bitcoin nel mercato OTC. Questo permette a BTC di scambiare le mani senza esercitare una pressione significativa sul mercato dei cambi.

C’è una fregatura nei dati

Rafael Schultze-Kraft, il CTO di Glassnode, ha detto che l’aumento di volume non è un cambio di mano di BTC. Invece, l’analista ha detto che il volume è piatto e rappresenta „il cambio di BTC“. Ha scritto:

„Il volume del Bitcoin a catena NON è in aumento o non raggiunge i massimi. Anche applicando le più elementari regolazioni del cambiamento scopre che l’aumento di volume è solo un „cambiamento ovvio“ che torna al mittente. Questo non è un cambio di $BTC, e non un vero e proprio throughput economico… Volevo solo sottolineare che questo non è il caso, il volume è in realtà piatto – queste sono solo enormi quantità di cambiamento BTC“.

Piuttosto che le transazioni OTC, potrebbero rappresentare trasferimenti interni o altri tipi di movimenti interni del portafoglio. In questo caso, non sarebbe necessariamente una tendenza rialzista per la Bitcoin a breve termine.

In risposta, Ki ha spiegato che le tendenze sembrano ancora come accordi OTC. Ha fatto riferimento ai picchi di volume delle transazioni nel febbraio 2019. Dopo i due picchi di volume, Bitcoin alla fine si è ripresa fortemente dall’area dei 4.000 dollari. Ki ha aggiunto:

„Il punto è che solo le entità non commerciali / non minerarie stanno muovendo i loro fondi evocando transazioni multiple, OTC tx è solo una delle possibilità“.

Cosa significa per Bitcoin?

Se i picchi nel volume di Bitcoin sono transazioni OTC, allora è una tendenza ottimistica che indica il possibile inizio di una fase di accumulo.

Poiché i minatori tendono a vendere BTC nel mercato OTC, molte operazioni OTC coinvolgono i minatori che vendono BTC e le balene che acquistano la BTC estratta. Un tale ciclo riduce la quantità di BTC che altrimenti verrebbe venduta in borsa e diminuisce anche la pressione di vendita.

Ma se l’attività di transazione in aumento non riguarda le operazioni OTC, allora è molto probabilmente un non-evento per Bitcoin.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.